CYBER SECURITY: Sicurezza nei giochi online

I giochi online sono indubbiamente tra i passatempi preferiti dei ragazzi di oggi, ma purtroppo non privi di insidie.

Quali sono i rischi?

Secondo una ricerca condotta da McAfee il 95% dei genitori si dice preoccupata per i rischi a cui i propri figli sono esposti proprio mentre giocano online. Secondo i dati raccolti in media ai ragazzi viene permesso di giocare per circa 15 ore a settimana, con picchi di oltre 5 ore al giorni di gioco nell’8% dei casi.

Ma perché parliamo di rischi?

Parlando dei giochi online a cui partecipano i figli il 62% degli intervistati solleva il problema che gli stessi prevedono un interazione con altri giocatori , esponendoli così ad una serie di rischi quali l’esposizione a contenuti inappropriati come immagini violente o sessualmente esplicite, la condivisione di dati personali riservati ecc…

Dove si incontrano i rischi più grandi nei giochi online?

McAfee dichiara che il momento più rischioso è il momento in cui i nostri giovani giocatori navigano alla ricerca di trucchi in Rete.

Sebbene esistano molti forum leciti non mancano siti malevoli volti ad attirare i giocatori con la promessa di facili vittorie inducendoli a scaricare file che si riveleranno essere poi dei malware, oppure installando virus senza che il giovane utente possa accorgersene.

Come proteggere i giovani giocatori sui giochi online

In primis è essenziale che i genitori comprendano i rischi a cui i loro figli sono esposti mentre giocano online e tenersi informati sui giochi preferiti dai loro figli.

E’ di conseguenza essenziale che sui dispositivi utilizzati per navigare siano installati dei programmi di protezione in grado di bloccare l’accesso ad eventuali minacce informatiche e che controllino i file che vengono scaricati.

Si può inoltre utilizzare il software per il controllo parentale così da impostare i limiti di tempo per l’utilizzo del dispositivo riducendo così l’esposizione a siti web dannosi o inappropriati.